enac
04/04/2008

BRESCIA SUPERA LA PROVA SICUREZZA

Impegno delle forze dell’ordine per un volo speciale per Tel Aviv
Con grande dispiegamento di forze dell’ordine per i controlli di sicurezza previsti dalle normative, è partito questa notte dall’aeroporto di Brescia-Montichiari un volo speciale per Tel Aviv. A bordo del 757 della compagnia israeliana Sun D’Or, sono stati accolti 196 passeggeri, tutti israeliani, che avevano trascorso una vacanza in Trentino Alto Adige. Il volo, programmato per le 3:25, è stato seguito da uno speciale servizio di vigilanza messo in atto da Polizia di Stato, Comando dei Carabinieri, Guardia di Finanza e dagli addetti alla sicurezza degli aeroporti di Verona e Brescia. “Per il Gabriele D’Annunzio – spiega il presidente Pierluigi Angeli - è stata un’occasione per mettere ulteriormente alla prova le proprie capacità operative e la qualità dei propri standard di sicurezza”. Secondo il consigliere di amministrazione Vigilio Bettinsoli, “l’esame è stato brillantemente superato anche grazie all’ottimo livello di collaborazione assicurato all’aeroporto dalla Questura e da tutte le forze dell’ordine bresciane”. La scorsa notte è stato infatti applicato un protocollo particolare per le operazioni di imbarco e sicurezza con l’utilizzo aggiuntivo di 24 persone tra polizia, carabinieri, guardia di Finanza e guardie giurate. L’aeromobile è giunto da Bratislava con un’ ora di anticipo sul previsto, fatto che ha consentito una migliore gestione delle operazioni di transito. Dallo scorso 12 gennaio, la compagnia Sun D’Or collega il D’Annunzio di Brescia con Tel Aviv con un volo bisettimanale alle 14:35 di ogni venerdì e sabato. Consistente l’impiego delle misure di sicurezza anche per i voli diurni per i quali il D’Annunzio ha dovuto superare una specifica selezione, così da ottenere l’approvazione delle procedure da parte di Enac, polizia aeroportuale e servizi di sicurezza israeliani. Gli aeromobili usati sono i 757 che accolgono fino a 200 passeggeri o i boeing 737 dove trovano posto circa 150 persone. “I voli partono sempre pieni – afferma il consigliere Bettinsoli - con a bordo gruppi che vanno in Israele per ragioni turistiche, oppure organizzati dalle diocesi per i pellegrinaggi. Soddisfacente è anche l’attrattiva esercitata sui viaggiatori israeliani dalle nostre montagne e città d’arte, al punto che la compagnia Sun D’Or sta ipotizzando un prolungamento della stagionalità del volo oltre il termine fissato per la fine di maggio”. Sun D’Or International Airlines è la linea charter, con hub a Tel Aviv, di proprietà di El Al Israel Airlines. Vola dal ’77 coma vettore charter di El Al; ha assunto il nome attuale dal 1981 e quattro anni fa è stata privatizzata al seguito della compagnia di bandiera israeliana. Attualmente vola tra il Ben Gurion di Tel Aviv, Milano, Roma, Torino, Trieste, Venezia, Brescia e l’Europa.