enac
31/03/2004

”AEROPORTI SISTEMA DEL GARDA, LA MODERNITÀ DEL BELLO”

Posti al centro di uno fra i più importanti comprensori in Europa sotto il profilo economico, sociale e turistico, gli aeroporti del sistema del Garda si promuovono puntando sulle offerte turistiche e culturali di un comprensorio dalle qualità uniche.

“Per la realizzazione di questo ambizioso progetto gli aeroporti si sono dotati del magazine che abbiamo chiamato “GardaWay” - ha affermato il Presidente dell’Aeroporto di Verona Fulvio Cavalleri, in occasione della presentazione della rivista. “Uno strumento editoriale - ha proseguito Cavalleri- che ambisce a svolgere una funzione di primo contatto e di accoglienza del territorio, informando sui servizi, le opportunità e le fruibilità”.
La rivista, 68 pagine a colori, privilegia l’aspetto culturale del territorio e dei suoi protagonisti e ambisce a diventare uno strumento di proiezione delle potenzialità dell’area del Garda anche al di fuori dei suoi confini naturali. La tiratura di 25.000 copie unita alla diffusione anche presso gli aeroporti di Roma, Napoli e Monaco di Baviera, oltre agli scali di Verona e Brescia, punta alla diffusione e alla internazionalizzazione di un circuito che culturalmente, economicamente e turisticamente rappresenta uno dei punti di eccellenza del sistema Europa.
Un territorio, quello del Garda, fatto di città e di province produttive in termini economici, ricche di un patrimonio storico ineguagliabile, apprezzate dal punto di vista turistico e ambientale. Si è così voluto proporre una rivista con un contenuto giornalistico e iconografico di alto profilo, che potesse funzionare come vetrina di grandi eventi e come specchio in cui i territori si possano riconoscere. La scelta editoriale di Gardaway poggia pertanto sull’idea di servizio. Nell’ambito della conferenza stampa odierna è stato presentato anche “Learn by Art”, un concetto innovativo di viaggio nato dalla sinergia tra il Valerio Catullo, AirDolomiti e TopClass Group. “Il progetto - ha affermato Fulvio Cavalleri - si rivolge ad un segmento alto del turismo del Nord Italia e si dipana dall’accoglienza aeroportuale fino a quella nelle città europee di destinazione, attraverso un’offerta che unisce il turismo alla intelligente fruizione di cultura”.