enac
17/12/2007

BRESCIA, CROCEVIA DELLE MERCI E DEL TURISMO

A partire dal prossimo 4 febbraio sarà possibile raggiungere Roma e Napoli dall’aeroporto di Brescia-Montichiari. L’accordo tra Aeroporti Sistema del Garda e la compagnia Airbee è stato presentato oggi al Gabriele D’annunzio dal presidente del Catullo Fulvio Cavalleri e dall’Amministratore delegato di Airbee, Paolo Rubino. I voli che collegheranno Brescia a Fiumicino avranno cadenza bigiornaliera – alle 9.15 e alle 17.20 – mentre il Brescia-Napoli partirà tutti i giorni (sabato escluso) alle 13.10. La compagnia – che nei primi tempi si appoggerà all’operatività del vettore aereo italiano ItAli Airlines – ha in progetto l’avvio di un’importante attività di charter concentrata sul D’Annunzio a partire dalla prossima estate. Nell’ultimo anno, ammonta a 18 milioni di euro l’investimento che il Sistema Aeroporti del Garda ha dedicato all’aeroporto di Brescia-Montichiari; cifra spesa per il potenziamento delle opere infrastrutturali al servizio dei passeggeri, per il miglioramento della logistica legata al traffico internazionale delle merci, per l’adeguamento dello scalo al ruolo di hub nazionale delle Poste Italiane. “La decisione di stanziare queste somme – afferma il presidente della società di gestione, Fulvio Cavalleri – è diretta conseguenza della nostra determinazione a fare del D’Annunzio un punto di riferimento del traffico internazionale delle merci, con proficue ricadute sull’economia locale. Se questa è la vocazione primaria da cui il territorio bresciano ha l’opportunità di trarre profitto, la notizia che vi diamo oggi, in accordo con la nuova compagnia Airbee, va a supporto del nostro parallelo lavoro a favore della mobilità dei passeggeri raccolti nel bacino bresciano. I voli per Roma e Napoli sono la prova tangibile dell’impegno della nostra società a rispondere alla domanda di sviluppo del territorio bresciano, che esprime decisi interessi tanto sul versante del traffico commerciale, quanto dell’indotto degli affari, frequentato dai passeggeri. In questo senso, l’iniziativa di Airbee si somma ai voli quadrisettimanali di Ryan Air per Londra e rappresenta un ulteriore passo avanti, a cui altri seguiranno, a favore di collegamenti utili alla business community bresciana”. Sul fronte del traffico delle merci, “l’anno 2007 chiude con il saldo positivo di 48 mila tonnellate trasportate: si tratta - dice il responsabile del settore cargo del D’Annunzio, Roberto Gilardoni - del cento per cento di aumento rispetto alle 24 mila tonnellate registrate nel 2006”. La cifra è destinata al consolidamento e a un’ulteriore crescita dal momento che “sono in corso, a livello molto avanzato, trattative con operatori internazionali per fare di Brescia un riferimento importante per le connessioni commerciali”. Chi, come Poste italiane, nell’ultimo anno ha sperimentato l’utilizzo dello scalo di Montichiari quale hub nazionale per la distribuzione della corrispondenza, esprime oggi piena soddisfazione per la scelta. Il direttore della Funzione trasporti delle Poste, Riccardo Sciolti, ha recentemente illustrato il funzionamento dell’interscambio, esprimendo una valutazione nettamente positiva sull’organizzazione logistica offerta e sui livelli di puntualità di partenza da Brescia, pari al 90 per cento (contro il 77 per cento registrato all’arrivo dei voli provenienti dagli altri aeroporti nazionali). Ulteriori miglioramenti sono previsti. Oltre agli investimenti che hanno consentito al D’Annunzio di rispondere alla domanda del trasporto postale, sono oggi in corso tre interventi strutturali dedicati al potenziamento delle capacità di accoglienza commerciale e turistica dello scalo. Verranno conclusi a febbraio i lavori di allargamento del piazzale aeromobili, con la creazione di quattro nuove piazzole, per una migliore gestione del traffico passeggeri e cargo: con autorizzazioni amministrative ottenute nel marzo 2007, a dicembre entreranno in funzione le prime due piazzole. E’ inoltre imminente l’apertura dei cantieri per la realizzazione del nuovo magazzino cargo: 4.000 metri quadri pronti entro il 2008. In vista del potenziamento del traffico merci, è previsto il raddoppio degli spazi dedicati alla logistica, grazie alla realizzazione di due tendostrutture: la prima (1.800 metri quadri) è già in uso a supporto delle Poste, mentre la seconda – altri 2.000 metri quadri – sarà pronta a maggio, così da portare da 50 a 100 mila tonnellate la possibilità di accoglienza del traffico commerciale.