enac
16/07/2008

PAROLA D’ORDINE: COLLABORAZIONE

I vertici degli Aeroporti Sistema del Garda incontrano i sindaci dei comuni limitrofi allo scalo bresciano.
Si sono tenuti in questi giorni a Brescia, alcuni incontri tra i vertici degli Aeroporti Sistema del Garda e i sindaci di cinque comuni limitrofi alla struttura bresciana: Carpenedolo, Castenedolo, Ghedi, Montichiari e Montirone. Scopo degli incontri, voluti dalla società di gestione degli aeroporti e organizzati dal vicepresidente del D’Annunzio, Vigilio Bettinsoli, quello di porre le basi per una fattiva e continua collaborazione con i comuni più interessati dallo sviluppo dell’aeroporto bresciano. “Vogliamo fare in modo – ha dichiarato Fabio Bortolazzi, presidente della Catullo SpA – che l’infrastruttura non sia percepita come un problema ma come una grande opportunità per il territorio. La consultazione dei comuni è quindi un elemento fondamentale e faremo in modo che questi siano solo i primi di una lunga serie di incontri di confronto e collaborazione”. Il vicepresidente del D’Annunzio Vigilio Bettinsoli ha inoltre sottolineato il buon andamento dei nuovi voli in partenza dallo scalo bresciano della neonata compagnia aerea bresciana Air Bee. “Ciò testimonia il gradimento da parte del territorio e la bontà del lavoro svolto dalla società di gestione con la collaborazione della Provincia di Brescia per incrementare, parallelamente all’attività cargo, i servizi a favore della mobilità dei passeggeri del bacino bresciano”. Durante gli incontri sono stati illustrati i piani di sviluppo previsti sull’intero sistema e in particolare sullo scalo bresciano; sviluppi infrastrutturali con investimenti che potranno raggiungere e superare, nei prossimi anni, anche i duecento milioni di euro, di cui oltre cento sul D’Annunzio. L’assessore provinciale ai trasporti Valerio Prignachi, intervenuto stamattina all’incontro presso il comune di Ghedi, ha sottolineato la rilevanza della futura stazione dell’alta velocità che costituirà un grande snodo per i diversi sistemi di trasporto (aereo, stradale e ferroviario) data la sua collocazione a ridosso dell’aeroporto D’Annunzio. L’assessore ha inoltre auspicato, evocando l’antico sodalizio tra la Leonessa e la Repubblica di Venezia, che venga presto aperto un tavolo di dialogo con la Provincia di Verona, finalizzato alla costruzione di una partnership proficua e longeva per tutto il territorio, bacino naturale degli aeroporti del Garda. I sindaci intervenuti all’incontro di stamattina – Anna Giulia Guarneri (Ghedi), Serafina Bandera (Montirone), Gianni Desenzani (Carpenedolo) e l’assessore Alessandro Mariani, delegato dal sindaco di Castenedolo, hanno apprezzato la concretezza dei piani di sviluppo illustrati per lo scalo bresciano e gli intenti di collaborazione espressi dai vertici aeroportuali. Dal canto loro hanno sottolineato la necessità di creare un rapporto sinergico tra aeroporto e territorio, ponendo un’attenzione particolare agli aspetti ambientali che incidono sulla qualità della vita dei loro cittadini.