enac
20/01/2003

I migliori risultati degli ultimi 3 anni

AEROPORTI DEL GARDA: NEL 2002 I RISULTATI MIGLIORI DEGLI ULTIMI TRE ANNI

L’anno 2002 si è chiuso con risultati molto lusinghieri per il sistema degli Aeroporti del Garda che comprende gli scali Valerio Catullo di Verona Villafranca e Gabriele D’Annunzio di Brescia Montichiari.
Nel periodo ottobre - dicembre sono stati registrati i maggiori aumenti di traffico degli ultimi tre anni.
Complessivamente, per quanto riguarda i dodici mesi gennaio-dicembre i dati sono migliori non solo rispetto al 2001 ma anche sul 2000 a conferma che la crisi del trasporto aereo, causata dall’11 settembre e dalla sciagura di Linate dell’ottobre successivo, è stata superata.
Complessivamente nel corso del 2002 sono transitati dagli Aeroporti del Garda 2.493.386 passeggeri con un incremento dell’1,24%25 rispetto all’anno precedente e dell’1,4%25 sul 2000. Sono stati trasportati quasi undicimila tonnellate di merce con una crescita del 24,9%25 rispetto al 2001 e del 36,37%25 sul 2000.
I voli operanti sui due aeroporti sono stati poco meno di 50 mila, in aumento del 2,13%25 rispetto all’anno precedente e del 21,94%25 sul 2000.
Particolarmente significativo lo sviluppo impresso allo scalo di Brescia.
I passeggeri sono stati 307.598 che configurano una crescita dell’11,95%25 sul 2001 e dell’86,61%25 sul 2000. Si conferma la dinamicità di Verona dove il traffico passeggeri è stato pari a 2.185.788 persone allineandosi a quello dell’anno precedente nonostante la crisi generalizzata del settore.
Commentando questi risultati il direttore generale degli Aeroporti del Garda, Mauro Marrocu ha detto: “I dati confermano la vitalità dello scalo di Brescia che, in un anno complessivamente molto difficile per l’aviazione civile, è riuscito ad incrementare in maniera significativa i volumi di traffico.
Questo conferma la correttezza del piano industriale che ha focalizzato l’attività sui collegamenti charter e sui voli low cost”.
Per quanto riguarda Verona “l’aeroporto Valerio Catullo - spiega Marrocu - a fine 2002 dovrebbe confermarsi al decimo posto nella graduatoria nazionale per quanto riguarda il traffico passeggeri e al secondo posto assoluto nei charter.
I dati di fine anno sono molto positivi perché, pur in un contesto di crisi, confermano i risultati del 2000. Segnalano, inoltre, un trend di ripresa trainato dai voli charter durante la stagione estiva e da quelli di linea in inverno con tassi di incremento che, negli ultimi mesi, hanno oscillato fra il 30 e il 50%”.
Sono soddisfacenti anche i primi dati del 2003. Nelle prime due settimane di gennaio il traffico passeggeri e i voli a Verona sono in crescita del 38%.