enac
11/12/2004

Aeroporto di Verona e Regione Veneto per la prima volta insieme nella promozione turistica all'estero

E’ stato siglato oggi al Valerio Catullo di Verona un accordo senza precedenti tra la società che gestisce l’aeroporto, la Catullo SpA, e il Dipartimento Turismo della Regione Veneto. Il progetto riguarda un piano di “Marketing turistico territoriale” finalizzato alla promozione congiunta sui mercati esteri.

Il valore del piano, promosso e realizzato dalla Catullo, è di € 100.000 ed è stato “sposato” dalla Regione, che lo finanzia per il 60%, in virtù della consapevolezza del ruolo dell’aeroporto, nella sua accezione di attrattore di opportunità economiche a beneficio di tutta la filiera territoriale.

La promozione sui mercati esteri relativamente al flusso incoming è l’attività primaria individuata dal progetto, in quanto azione in grado di coniugare le competenze della Regione e l’esercizio delle attività aeroportuali; la contemporaneità del loro esercizio, strategico e operativo, permette l’attivazione di un binomio interessante per reperire ulteriori vettori in grado di operare i collegamenti aerei con il territorio provinciale utilizzando un prodotto turistico completo qual è quello veronese.

La novità che risalta attraverso questo accordo è quella di definire l’aeroporto come driver della promozione nella filiera turistica, sottolineando così un ruolo particolarmente attivo dello scalo quale infrastruttura di coesione delle diverse realtà turistiche provinciali.
In sintesi non si tratta, quindi, di una promozione riferita ad una iniziativa o ad un intervento specifico, bensì promozione di un complessivo sistema territoriale verso trade e vettori aerei operanti nei mercati prescelti, che includono sia nuovi mercati sia mercati da mantenere e ampliare.
La promozione sarà attuata utilizzando due consolidati modelli noti nel settore turistico: quello tradizionale che si avvale delle classiche leve della promozione (folders di presentazione, presenza alle manifestazioni fieristiche, mailing, educational) e quello definito innovativo in cui spiccano l’applicazione dell’Internet Marketing, la creazione e distribuzione di CD e DVD e l’organizzazione di meeting all’interno delle fiere internazionali.