enac
28/06/2007

CORSO DI INTERVENTO SU DISASTRO AEREO AL CATULLO PER I VOLONTARI DELLA PROTEZIONE CIVILE

Inizia domani presso la sala stampa dell’aeroporto e durerà tutto il fine settimana, un corso di specializzazione sul “Rischio di incidente aeroportuale” destinato ai volontari della Protezione Civile. Organizzato dall’associazione Protezione Ambientale e Civile di Verona con i finanziamenti della Provincia di Verona, del Centro Servizi per il Volontariato e naturalmente degli Aeroporti Sistema del Garda, il corso è patrocinato dalla Regione Veneto ed ha lo scopo di formare i volontari sulle peculiarità che caratterizzano l’intervento in caso di disastro aereo, spaziando dalle diverse tipologie di intervento ai pericoli relativi alle esplosioni, dalla gestione dei curiosi alla sicurezza dei soccorritori stessi. L’aeroporto avrà anch’esso un ruolo attivo nelle lezioni grazie al contributo di Cristiano Folchi, addetto e formatore del settore Airside Safety (Sicurezza Operativa Aeroportuale), che illustrerà le procedure di emergenza aeronautica all’interno del sedime aeroportuale previste dal piano di emergenza redatto dalla società di gestione e approvato dall’Ente Nazionale Aviazione Civile. “L’aeroporto è da sempre, ed oggi più che mai, sensibile al tema della sicurezza” ha dichiarato Fulvio Cavalleri Presidente del Catullo. “Collaborare alla realizzazione di questo corso è un ulteriore segno della nostra crescente attenzione verso i passeggeri, le compagnie aeree e tutti coloro che operano nell’ambito aeroportuale”. L’Assessore Provinciale alla Protezione Civile Lucio Campedelli ricorda: “La formazione del volontariato di Protezione Civile è un obiettivo strategico che la Provincia intende portare avanti soprattutto in sinergia con tutti gli enti e le istituzioni che intervengono nella difficile operazione di gestione di un’emergenza.” Verona 28 giugno 2007