enac
07/10/2010

FIRMATO OGGI IL PROTOCOLLO D’INTESAFRA MERIDIANA FLY E L’AEROPORTO DI VERONA

COMUNICATO STAMPA

FIRMATO OGGI IL PROTOCOLLO D’INTESA FRA MERIDIANA FLY E L’AEROPORTO DI VERONA

Verona, 6 ottobre 2010 – Il Presidente dell’Aeroporto di Verona, Fabio Bortolazzi e l’Amministratore Delegato di Meridiana fly, Massimo Chieli, hanno firmato oggi a Verona un Protocollo d’Intesa che prevede lo sviluppo dei servizi dedicati ai clienti della Compagnia e dell’Aeroporto e lo studio di nuovi collegamenti di linea internazionali.

Meridiana fly ha scelto Verona per presentarsi al pubblico per la prima volta dalla sua nascita, avvenuta lo scorso 28 febbraio dall’integrazione di Meridiana e Eurofly. Una scelta che testimonia la forte volontà della Compagnia di affermare il proprio ruolo di partner del territorio, rivolgendosi a tutti gli attori di questa importante realtà imprenditoriale e continuando a collaborare con i partner che presiedono l’area dell’industria turistica e dell’offerta culturale.

L’Amministratore Delegato di Meridiana fly, Massimo Chieli ha dichiarato “Meridiana fly ha oggi una quota di mercato circa del 17% sull’Aeroporto di Verona, ha raggiunto un livello di performance di puntualità di oltre l’80% e di regolarità del 99%, in vetta alle medie europee. Siamo il vettore leader per l’attività charter verso l’Oceano Indiano e il Medio Oriente e grazie al nuovo Protocollo d’Intesa siglato oggi con il Presidente Bortolazzi vogliamo porre le basi per l’ulteriore sviluppo dei servizi e dei collegamenti Meridiana fly, che nel 2010 ha servito ben 22 destinazioni in partenza da Verona.”

Chieli ha continuato sottolineando che “Meridiana fly vuole servire i clienti di Verona e del suo bacino naturale, vuole attrarre nuovi clienti che ancora non scelgono Verona, vuole crescere insieme all’aeroporto e a tutti i portatori d’interesse di questa straordinaria area d’Italia. Partiamo annunciando oggi il nuovo servizio sulla linea Verona-Roma. Sappiamo che le previsioni di crescita dell’industria del trasporto aereo indicano un leggero incremento per il nostro mercato nazionale, lo vogliamo cogliere appieno e grazie anche a partner affidabili e lungimiranti come l’Aeroporto di Verona, le imprese e tutti gli attori di questo territorio avremo molte più chance di creare nuovo valore per tutti”.

Fabio Bortolazzi, Presidente dell’Aeroporto di Verona, ha concluso: “Abbiamo lavorato intensamente perché la Compagnia si impegnasse a crescere con noi. Il bacino di traffico a cui ci rivolgiamo è tra i primi a livello nazionale per dimensione, quindi fortemente appealing per un partner interessato a svilupparsi. La percentuale di esposizione ai mercati esteri delle aziende dell’area supera di gran lunga la media nazionale. Solo a Verona il valore sfiora l’82% rispetto ad una media nazionale che si attesta su di un valore del 49%. Questa apertura internazionale deve essere supportata anche dall’Aeroporto attraverso l’alleanza con partner come Meridiana fly, che credono nello sviluppo di nuove rotte e il consolidamento delle destinazioni già esistenti. Il nostro territorio muove flussi turistici di primaria importanza grazie alle città d’arte, alle bellezze naturali del Lago e delle Dolomiti. Ricordo solo alcuni numeri, che sono decisamente importanti: Verona registra quasi 3 milioni e 200 mila arrivi l’anno, il Lago oltre 2 milioni solo sulle sponde veronesi, il Trentino ha registrato arrivi certificati per oltre 3,1 milioni lo scorso anno. Non dimentichiamo poi gli eventi di respiro internazionale quale la stagione areniana e le manifestazioni fieristiche che attraggono ogni anno milioni di visitatori. L’alleanza di Compagnia, Aeroporto e territorio sarà fattore determinante del successo del progetto e acceleratore degli obiettivi di crescita di ciascuno”.